Credere che mentre insegno religione a piú di duecento alunni l’anno la gentilezza e il sorriso debbano incorniciare ogni mio atto.