Wonder e Io sono Julian al “MammaCheBlog – Social Family Day 2015”.

L’otto e il nove maggio scorso, Milano ha accolto un evento molto particolare il MammaCheBlog – Social Family Day 2015.

wonder_2Ma di cosa si tratta? Giunto alla sua quarta edizione, il Social Family Day è un evento organizzato da FattoreMamma, la prima agenzia di comunicazione focalizzata sulle mamme, che ha lo scopo di facilitare e stimolare l’incontro e il confronto tra le donne e madri che usano la Rete e che della Rete hanno fatto un mezzo di crescita personale e professionale. Una conversazione aperta tra “mamme 2.0” nell’affascinante cornice del Palazzo delle Stelline, tra workshop e dibattiti… ma non solo!

Il Social Family Day è anche e soprattutto una giornata dedicata alla famiglia, ai papà e ai bambini, grazie ai numerosi laboratori di attività e animazione e agli spazi dedicati al gioco e all’intrattenimento.

wonder_3Il 9 maggio, poi, l’evento si è riempito di gentilezza, con la bacheca dei precetti di Wonder e Io sono Julian. I romanzi di R.J. Palacio sono stati ospiti della libreria di MammaCheBlog e sull’onda degli hashtag #Wonder, #Ioscelgolagentilezza e #MammaCheBlog hanno invitato le mamme-blogger a condividere i propri pensieri gentili:

Cara Erika, sii gentile e pulisci la tua cameretta (Rauss!)

I fiori sono fantastici, ma l’amore è meglio.

Tutto ciò di cui hai bisogno è l’amore.

wonder_4Questi sono solo alcuni dei messaggi che hanno inondato la bacheca del MammaCheBlog e dei social network. Del resto, i romanzi di R.J. Palacio rivolgono una grande attenzione alla famiglia e anche nel nuovo episodio Il libro di Julian vediamo come i genitori svolgano un ruolo fondamentale, talvolta sbagliando, commettendo errori, come nel caso di Melissa e Jules Alban, ma il messaggio in fondo è uno solo:

Sii gentile, perché chiunque incontri sta combattendo una dura battaglia (Jan Maclaren).

E qual è il vostro pensiero gentile? Mandateci i vostri messaggi!

 

Di seguito il link al sito ufficiale di MammaCheBlog: http://www.mammacheblog.com/

Foto Credits: Associazione Italiana Fotografi di Bambini, AIFB – Tau Visual