Il mese di ottobre, negli Stati Uniti, è dedicato alla lotta contro il bullismo per accrescere la consapevolezza nei confronti di questa violenza purtroppo sempre più diffusa.

R.J.Palacio in un’intervista dice: “non è quando le scuole decidono di mettere fine al bullismo che il bullismo finisce: è quando i bambini stessi smettono di accettarlo”.

Nel libro Wonder si affronta il tema del bullismo a scuola, ma questo fenomeno può avere varie forme e intensità. L’iniziativa di un mese dedicato serve, tra le altre cose, per proporre un’alternativa al bullismo.
E per renderla realtà, come dice l’autrice di Wonder, bisogna che i bambini vedano un mondo in cui il bullismo, semplicemente, non è un’opzione.

Proprio per contrastare questo fenomeno sul nascere, da diversi anni negli Stati Uniti l’associazione PACER ha fondato una campagna di prevenzione contro il bullismo, che si svolge per tutto il mese di ottobre, con iniziative, informazione e presenza sul territorio per dimostrare alle vittime di bullismo che non sono sole.

In Italia questa campagna non è istituzionalizzata, ma noi del blog di Wonder proponiamo di partecipare, mercoledì 9 ottobre, al UNIT DAY, indossando qualcosa di arancione, come supporto verso le vittime di bullismo e per dimostrare che uniti si può fare la differenza.